Premier consulting | Ricerca & sviluppo
Ricerca & sviluppo
393
page-template-default,page,page-id-393,page-child,parent-pageid-5,bridge-core-2.5.9,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-24.4,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.2,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-269
 

Ricerca & sviluppo

Il credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design ha l’obiettivo di stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica a favore della competitività delle imprese,  attraverso i processi di transizione digitale e di sostenibilità ambientale. Possono beneficiare dell’agevolazione tutte le imprese presenti nel territorio dello Stato, a prescindere dalla natura giuridica, dalla dimensione, dal settore economico, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ( inclusi, quindi, i soggetti in regime forfetario).

 

  • Per le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico:

 

– il credito d’imposta è pari al 20% delle spese agevolabili, fino a un massimo di 4 milioni di euro.

 

  • Per le attività di innovazione tecnologica di prodotti o processi:

 

– il credito d’imposta è pari al 10% delle spese agevolabili fino a un massimo di 2 milioni di euro.

 

  • Per le attività di innovazione tecnologica finalizzate alla transizione ecologica o alla innovazione digitale:

 

 

– il credito d’imposta è pari al 15% delle spese agevolabili, fino a un massimo di 2 milioni di euro.

 

  • Per le attività di design e ideazione estetica (nuovi prodotti nei settori tessile e della moda, calzaturiero, orafo, del mobile, dell’arredo, della ceramica etc.):

 

– il credito d’imposta è pari al 10% delle spese agevolabili, fino a un massimo di 2 milioni di euro.

 

Noi di Premier Consulting offriamo alle imprese un servizio di consulenza completo per l’ottenimento dell’agevolazione “Credito d’Imposta Ricerca e Sviluppo”  attraverso:

– la valutazione delle spese in Ricerca e Sviluppo sostenute per determinare l’ammissibilità all’agevolazione;

 

– la verifica per individuare le attività d’innovazione ammissibili (con apposito elaborato peritale);

 

– la redazione della documentazione di rendiconto contabile da sottoporre a certificazione, come previsto dalla Legge.

 

 

Ecco le agevolazioni disponibili per la Ricerca & Sviluppo